Vermeer e S.A.E. in azione per dare una seconda vita al legname schiantato dalla tempesta Vaia

Vermeer e S.A.E. in azione per dare una seconda vita al legname schiantato dalla tempesta Vaia

Molti ricorderanno sicuramente quanto è successo a fine ottobre 2018 nel nordest italiano: la tempesta Vaia ha colpito queste zone con piogge torrenziali e venti fino a 160 km/h, provocando in soli tre giorni la caduta di milioni di alberi e causando la cancellazione di migliaia di ettari di foreste.Demo SAE Vermeer a Gallio (3)

Quando ci sono eventi imprevedibili e violenti come la tempesta Vaia, è importante mettere in atto delle strategie di reazione volte a salvare tutto il materiale possibile.  Per fortuna è quello che hanno fatto i  comuni delle zone colpite dalla tempesta, che hanno dato vita nel corso dell’anno a numerose manifestazioni per cercare di riutilizzare il legname caduto e fare in modo di non perdere una risorsa così importante.

Uno di questi eventi si è svolto lo scorso 17 ottobre nel Comune di Gallio, sull’Altopiano di Asiago, provincia di Vicenza. L’obiettivo della manifestazione era quello di testare equipaggiamenti innovativi che potessero triturare le ceppaie ed i resti di materiale legnoso ancora presente sui terreni, che devono essere ripuliti e riconvertiti al pascolo. Il materiale recuperato non deve andare perduto, ma diventare una risorsa utile per la filiera, andando ad alimentare caldaie e centrali a biomassa.

Alla manifestazione ha preso parte Vermeer Italia insieme a S.A.E. – Società Agricola Energetica Srl di Ancona. All’evento erano presenti molte figure di riferimento del territorio: enti locali e regionali, pubbliche amministrazioni, ingegneri ambientali, esponenti della Forestale ed i sindaci dei comuni di Gallio, Roana e Foza insieme a molti boscaioli e specialisti di settore.

Vermeer e S.A.E. hanno messo in azione l’equipaggiamento specializzato per la lavorazione della biomassa legnosa. Era presente infatti tutta la gamma. Per le ceppaie ancora interrate, la fresaceppi cingolata SC60TX è scesa in campo senza difficoltà, mostrando ai presenti come fresare i ceppi ancora interrati e pulire il terreno. Per il materiale più corposo sono entrati in azione il trituratore HG4000 ed il vaglio TR620. Il legname è stato caricato nel trituratore, che ha velocemente triturato tronchi e ceppaie. Il cippato ottenuto è stato poi convogliato nel vaglio, che ha permesso di pulire il materiale da terra e polveri, ottenendo cippato di qualità pronto per il mercato della biomassa.

Gli specialisti di S.A.E. e Vermeer erano presenti per spiegare il funzionamento dei macchinari, illustrarne i vantaggi e rispondere alle domande e alle curiosità di tutti gli specialisti presenti.  E’ stato un evento molto positivo, che ha permesso a tutti i presenti di valutare soluzioni nuove per il recupero del legname della tempesta Vaia e per approfondire la conoscenza dell’equipaggiamento per la gestione della biomassa. Sicuramente eventi come questi sono importanti per tenere alta l’attenzione e per trovare soluzioni concrete ad imprevisti che, se non gestiti, rischiano di compromettere l’intero settore del legname. Un’iniziativa sicuramente da ripetere!

Trackbacks and pingbacks

    No trackback or pingback available for this article.

    Leave a reply