EV DAY: il miglior modo di conoscere Vermeer Italia

Sabato 7 novembre abbiamo festeggiato i nostri clienti più affezionati. A loro abbiamo dedicato una giornata di divertimento e dimostrazioni tecniche.

Ma lo abbiamo fatto con lo stile Vermeer Italia, perché sappiamo che la vita dei nostri clienti non è fatta solo di lavoro e che il loro tempo durante i week end devono dedicarlo anche alla famiglia e a qualche distrazione che possa ricreare il giusto spirito per affrontare la settimana.
Così abbiamo organizzato il tutto in un ambiente diverso ed estetico. Un campo volo privato tenuto come un giardino: l’aviosuperficie Guglielmo Zamboni a Ozzano dell’Emilia in provincia di Bologna. Un sentito grazie a Gianni Zamboni per la disponibilità infinita accordata.
Grazie alla splendida ospitalità del centro abbiamo “parcheggiato” le nostre macchine Vermeer al fianco di aerei ed elicotteri. Negli spazi che di solito ospitano macchine volanti, abbiamo messo le nostre macchine, che anche se non volano di per se, sono in grado di far volare la produttività dei nostri clienti.

Negli hangar, allestiti come bar e ristorante Bolognese- argentino, abbiamo tutti trovato ristoro. Un ringraziamento speciale a Pedro, il nostro uomo della griglia argentina (ASADOR), che ci ha fatto assaggiare un modo diverso e squisito di cucinare la carne. Tutti i presenti hanno davvero apprezzato.

Ci sono state prove estensive di una buona parte della gamma Vermeer ambientale e i presenti hanno potuto rendersi conto della capacità produttiva delle macchine in azione. Abbiamo poi presentato in anteprima il primo vaglio rotante proposto da Vermeer in Italia, il TR 620.

In mezzo alle prove tecniche delle macchine si sono esibiti degli acrobati abilissimi che con i loro aeromodelli, a ritmo di musica hanno trasformato tutti in bambini sorpresi e a naso in su per qualche minuto.

I nostri clienti più affezionati e coraggiosi hanno sperimentato il volo ad elica da diporto, con rapide escursioni aeree nei dintorni di Bologna che hanno apprezzato tantissimo.

E mentre i bambini giocavano sotto lo sguardo delle mamme, i papà si intrattenevano conoscendo colleghi di tutta Italia o chiacchierando con i tecnici ed operatori Vermeer.

A migliorare l’arredo dell’area ci pensava Dennis, un collega Vermeer olandese, maestro della scultura e incisione dei tronchi con la sega a motore, che scolpendo un gladiatore Vermeer ha voluto simboleggiare l’apprezzamento per la dedizione al lavoro di Vermeer Italia da parte dei suoi colleghi internazionali.

Un tramonto stupendo in una giornata di sole tipica dell’estate di San Martino, ha illuminato il fine giornata, mentre gli ospiti tornavano a casa e lo staff Vermeer cominciava a smantellare l’esibizione.
Una giornata con un sapore speciale, un bel ricordo da condividere tutti insieme.

Leave a reply