Scavo Sostenibile

Scavo Sostenibile – Terrain Leveler Vermeer

La rivista “Le Strade” ha pubblicato sul numero 3 – Marzo 2019 un’interessante case history di un progetto con Terrain Leveler. Di seguito trovate l’articolo completo. Buona lettura.

SCAVO SOSTENIBILE

Una macchina Terrain Leveler Vermeer con attacco a catena e sistema GPS è stata impiegata in un’importante urbanizzazione a Malta. I suoi punti di valore: elevata produttività, massima precisione e contenimento di rumore e polvere.

La tecnologia Vermeer al servizio di un importante progetto di sviluppo urbano a Sliema (Malta). L’intervento, da 100 milioni di Euro, prevedeva la costruzione di tre grattacieli con residenze esclusive, punti vendita e strutture per il tempo libero, destando qualche preoccupazione a livello locale per i livelli di rumore, la qualità dell’aria, la congestione del traffico e l’impatto sul turismo. Per contribuire ad alleviare queste preoccupazioni, i promotori hanno fatto affidamento sul Gruppo Polidano, una società di costruzioni locale. Alcune restrizioni sono quindi state messe in atto proprio con l’obiettivo di limitare rumore e polvere, nonché il numero di viaggi che i camion potevano fare da e verso il sito. La preparazione del cantiere ha richiesto quindi al team di scavare il terreno roccioso fino al livello del mare e trasportare il materiale in altra località. A questo proposito, si è ritenuto che i tradizionali metodi di scavo (come le seghe da roccia, gli escavatori, nonché i metodi classici di perforazione e sabbiatura) avrebbero creato troppi disturbi.

 

IL MODELLO T1255

Gordon Polidano, responsabile della produzione per il Gruppo Polidano, ha dichiarato “Abbiamo lavorato a lungo a Malta, ragion per cui sappiamo bene quanto sia difficile scavare in terreni rocciosi. E’ questo uno dei motivi che ci hanno portato ad investire in una macchina decisamente specializzata che viene utilizzata per applicazioni di scavo superficiale”. Stiamo parlando della fresa per sbancamento Vermeer T1255 Commander 3, una macchina Terrain Leveler per lo scavo superficiale del terreno (TEM). “Si tratta di una macchina per scavi di precisione che è molto più silenziosa e produce meno vibrazioni rispetto ad altri metodi – aggiunge Polidano – Impiegando il SEM Terrain Leveler, sapevamo che avremmo potuto lavorare più vicino agli edifici, svolgere un efficace lavoro di contenimento della polvere e produrre del materiale più maneggevole che sarebbe stato conveniente trasportare e riutilizzare”.

Il Gruppo Polidano ha posizionato il Vermeer T1255III tra due edifici. Da lì, ha operato un team di 4 persone: un operatore per azionare il Terrain Leveler SEM, uno per azionare un

escavatore e due addetti a supporto. Per raggiungere la quota richiesta (livello del mare), il Gruppo Polidano ha effettuato diversi passaggi con il Vermeer T1255III.

In ciascun passaggio, l’attacco brevettato della testa di inclinazione della macchina ha utilizzato il taglio dall’alto verso il basso e scavato fino a 68.6 cm di profondità e 365.8 cm di larghezza.

EFFICIENZA E RISULTATI

Se è acclarato che il Vermeer Terrain Leveler SEM è risultato particolarmente efficiente al centro dell’area di scavo, si può dire sia stato addirittura “impressionante” nelle lavorazioni lungo i bordi o interno alle strutture esistenti. Vermeer, in generale, propone due diversi modelli di T1255III Terrain Leveler SEM, uno con trasmissione a catena e un altro a trasmissione idrostatica diretta.

“Da parte nostra abbiamo acquistato il T1255III con l’attacco per trasmissione a catena perchè ha la capacità di realizzare lavorazioni a filomuro – ha detto Polidano -. Abbiamo anche utilizzato un sistema GPS che ci ha aiutati a centrare sempre l’obiettivo, il che risulta particolarmente importante quando scaviamo vicino agli edifici.” Il Gruppo Polidano ha impiegato anche il kit impianto idrico anti-polvere opzionale per mantenere il materiale umido e contribuire a ridurre la quantità di particelle di polvere nell’aria. Il team poteva contare anche su un archeologo per ispezionare regolarmente il sito nel caso in cui la squadra avesse effettuato qualche ritrovamento degno di nota.

Guarda il video del cantiere di Malta.

Leave a reply