Terrain Leveler: un altro strabiliante risultato

Nel Ragusano, territorio assolato che si trova più a sud di Tunisi, su circa 15 ettari di collina rocciosa digradante verso il Mediterraneo, sono state impiantate 94 serre, dove si coltiveranno varie primizie ortofrutticole, sui cui tetti sono istallati pannelli fotovoltaici che sviluppano una potenza di 6 MWp; questo è il primo di una serie di altri impianti simili che porteranno la potenza installata a circa 20 MWp.


Alla Agriscavi è stato affidato tutto il lavoro di sbancamento, livellamento delle terrazze, scavo delle trincee per i muri perimetrali sui quali insistono le serre, rottura della roccia e successiva riduzione in sabbia che, aggiunta alla terra riportata, rende il terreno più fertile.
Per questo lavoro sono state impiegate una quantità imponente di mezzi, fra i quali spiccavano due delle sue quattro scavatrici VERMEER: la T855 TL e la T1055.
Con la prima veniva rotto il banco di roccia creando pezzature da 1 a 35 cm e, grazie al suo sistema di auto livellamento, venivano create le terrazze.

La T1055 invece è stata utilizzata per scavare tutte le trincee da 90×50 cm dei muri perimetrali delle 94 serre, normalmente lunghe 80 mt e larghe 10 mt, oltre che tutti i cavidotti all’interno del parco e di allaccio alla cabina di Terna.

Solo l’uso di queste due macchine ha reso possibile la realizzazione di un’opera così imponente in soli 40 giorni solari, evitando l’utilizzo di decine di escavatori con martelloni, riducendo drasticamente i costi e permettendo al committente di allacciarsi alla rete Terna nei tempi previsti per usufruire di un “Conto Energia” più conveniente.
All’orgoglio dei F.lli Iacono per una scommessa così importante portata a buon fine, si aggiunge la soddisfazione della HT Costruzioni, general contractor a cui la committente Arte Orto Energy ha affidato l’esecuzione, che anche per le future realizzazioni ha già chiesto la collaborazione della Agriscavi.
Le macchine Vermeer sono pronte a contribuire per dare energia pulita alla Sicilia.

Leave a reply