Corso trivellazione orizzontale per principianti

Nella perforazione orizzontale teleguidata, la competenza di chi opera è davvero fondamentale. Lo scavo e la posa di condutture senza aprire scavi in superficie, riducendo al minimo l’intralcio del cantiere sulla viabilità o permettendo il superamento sotterraneo di barriere naturali o create dall’uomo, è un’opportunità eccezionale permessa da questa tecnologia.

E’ tuttavia determinante per il suo uso proficuo ed allargato, creare ed incrementare la competenza di chi vi opera.
Solo imprese qualificate possono assicurare tempi e modalità di cavo vantaggiose ai loro committenti.
Nella posa di fibra ottica, o in qualsiasi altro tipo di scavo, I Navigator Vermeer sono le macchine più utilizzate in Italia.
Questo risultato è dipeso fondamentalmente dal supporto generale che solo Vermeer Italia offre in questo settore.

Noi spingiamo infatti le imprese clienti ad addestrarsi senza inoltrarsi in operazioni di scavo che vengano messe a rischio dalla relativa incompetenza degli operatori.
Vermeer Italia sa che il successo dell’impresa di scavo è determinato dalla combinazione macchina-operatori-assistenza.

La Vermeer Italia ha da sempre incluso un’attività di formazione ed affiancamento iniziale dedicata a clienti che non avevano operatori esperti nell’uso della tecnologia TOC.

Per migliorare ulteriormente la qualità di operatori più esperti, Vermeer Italia offre periodicamente ai clienti dei corsi di aggiornamento e formazione, sia presso la propria sede, che presso la sede della Vermeer International in Olanda.

Lo scorso 7 giugno , presso la nuova sede di Vermeer Italia, per migliorare ulteriormente la formazione degli operatori che usano i nostri perforatori, è stato inaugurato il primo corso HDD Vermeer Italia della Vermeer Italia HDD Accademy.
Questa nuova iniziativa vuole migliorare la qualità della formazione ottimizzandone i tempi per poter effettuare più corsi di quanto sia stato fatto in passato, offrendo così un servizio vitale alla propria clientela.

Il corso non si è limitato alla semplice teoria: la Vermeer Italia ha allestito nei terreni adiacenti al proprio stabile un vero e proprio campo prova, mettendo a disposizione dei 10 partecipanti del corso, inviati dalle proprie ditte a ricevere le istruzioni sulla tecnologia, due Navigator 20X22 di ultima generazione.

Alternando la parte teorica con una prettamente pratica di utilizzo delle macchine sul campo, il corso si è rivelato estremamente efficace nella sua opera di formazione, con grande soddisfazione dei suoi partecipanti, ben felici di poter manovrare e operare sulle macchine.

Il corso è durato da lunedì mattina a venerdì a mezzogiorno, senza mai risultare noioso o complicato.

Il Navigator Vermeer usato nel corsoIl corso è stato presentato da Flavio Padovani, responsabile del Service Vermeer Italia, e tenuto da Filippo Desimini con l’aiuto di Gianmarco Caneva, entrambi specialisti di prodotto che forniscono usualmente l’assistenza e la consulenza HDD ai clienti.

Secondo Desimini, la formazione di gruppo ha dato vantaggi notevoli, rendendo più proficua la formazione rispetto al farla in cantiere o presso il cliente.

Riportiamo di seguito una sua valutazione finale.

“Credo che questo corso sia stato uno dei più seguiti.  E’ stata fondamentale, a detta di tutti i partecipanti, la dinamicità del corso frutto dell’alternarsi di pratica e teoria.
Seguire il manuale di base Vermeer dei fondamenti dell’ HDD, ci ha dato la possibilità di coprire in linea generale tutti i fattori più importanti dell’argomento.

 

Il numero di persone disponibili (4 ditte per un totale di 10 persone) ha comportato un numero notevole di domande ed un confronto interpersonale maggiore a vantaggio di tutti.
Alla fine del corso ho raccolto un commento personale da ognuno dei partecipanti e l’ opinione generale è stata:

  • ottima organizzazione del programma,
  • buona spiegazione di teoria e pratica (semplice ed intuitiva)
  • giusta scelta di eseguire la pratica dopo pranzo (anche perché la teoria e l’aria condizionata avrebbero fatto addormentare qualcuno!)


Personalmente mi ritengo abbastanza soddisfatto del risultato e credo che la prossima volta andrà anche meglio.”

E certamente sarà così.

Leave a reply